ESCP Europe > Media & News > News & Newsletter > News single


Partager cette page
| Plus

vendredi 22 septembre 2017

Un nuovo MBA per la Business School internazionale ESCP Europe. Il Campus di Torino inaugura l’Anno Accademico 2017-2018

L’astronauta e imprenditore Maurizio Cheli e i top manager Clarence Nahan (Mediobanca), Enrica Satta (Elica) ed Enrico Contini (Lavazza) padrini d’eccezione dei programmi di studio che continuano ad attirare sempre più studenti da tutto il mondo

Torino, 22 settembre 2017 - Arrivano da America, Asia e Africa, oltre che da tutta Europa, per perfezionare il proprio percorso di studi i futuri talenti del management che prenderanno parte al 14° ciclo dei Programmi di Laurea e Master in partenza nel Campus di Torino di ESCP Europe. Con un +13% di iscritti, si inaugura oggi l’Anno Accademico 2017-2018 della Business School, riconosciuta tra le migliori su scala mondiale non solo per il suo approccio didattico interdisciplinare e multiculturale ma soprattutto per l’internazionalità dell’offerta formativa unica nel suo genere, con sei sedi integrate in altrettante grandi città europee: Berlino, Londra, Madrid, Parigi, Torino e Varsavia. 

Nel dare il benvenuto agli allievi, il Presidente del Campus italiano Francesco Profumo e il Direttore Francesco Rattalino presenteranno i corsi e i docenti dei programmi: il Bachelor in Management (BIM); il Master in Management (MIM), di recente riconfermato al primo posto in Italia nel ranking annuale del Financial Times; il Master in International Food and Beverage Management (IFBM); e il nuovo MBA in International Management della durata di un anno da svolgere in due Paesi, fruibile a scelta fra i sei campus di ESCP Europe.

Anno dopo anno, il numero degli studenti frequentanti i corsi nella sede torinese continua ad aumentare. Dopo una rigida selezione, sono 261 gli studenti ammessi, di 24 diverse nazionalità, provenienti da Albania, Belgio, Brasile, Bulgaria, Cile, Cina, Colombia, Danimarca, Francia, Germania, Hong Kong, India, Iran, Italia, Kosovo, Libano, Marocco, Messico, Polonia, Russia, Spagna, Taiwan, Tunisia e USA. La percentuale generale d’internazionalità è del 34%, con una buona componente asiatica (6%), e raggiunge il suo apice nella classe IFBM con il 63% di stranieri su 30 partecipanti al master.

«Apriamo qui a Torino il nuovo anno con le migliori prospettive, con un numero di studenti mai raggiunto prima, il doppio rispetto a due anni fa – afferma Francesco Rattalino, Direttore di ESCP Europe Torino Campus –. Questa crescita in termini di numerica studenti, accompagnata dalla cura per la qualità della formazione, è il risultato della politica di internazionalizzazione della business school e dell’ampliamento dell’offerta dei programmi erogati. Quest’anno introduciamo la novità dell’MBA in International Management, un programma intercampus innovativo e di altissimo profilo che rispecchia in pieno i valori della business school. L’MBA full time risponde alle esigenze di avanzamento di carriera di giovani manager con qualche anno di esperienza lavorativa, alla ricerca di uno strumento per esprimere il loro potenziale».

Il candidato ideale del nuovo MBA è un giovane professionista con un’età media di 27/28 anni, della più diversa estrazione accademica e professionale, preferibilmente con 3 anni di esperienza lavorativa e di qualsiasi nazionalità, desideroso di dare un impulso alla sua carriera e indirizzarla in un contesto internazionale. Gli studenti potranno scegliere 4 moduli specialistici tra i 23 disponibili, con la possibilità di specializzarsi su un tema di interesse e di avvalersi di servizi dedicati grazie alla collaborazione fra il Career Service e head hunter. 

«I ragazzi che entrano in ESCP Europe studiano e lavorano in tutta Europa prevalentemente nelle nazioni dove la scuola ha sede - dichiara il Presidente del campus di Torino Francesco Profumo-. Tre anni dopo la conclusione del master, frequentato in almeno due delle sei sedi europee, il 51% dei nostri laureati fa rientro in Italia con un’occupazione più che invidiabile. Cervelli che, dopo una fuga di alcuni anni, attirati dai principali centri del business globale, decidono di tornare. È una parte di giovani attiva, che in Europa impara a valorizzare le proprie potenzialità, intreccia relazioni e acquisisce competenze per portare un cambiamento nel Bel Paese».

In Italia ESCP Europe si distingue per la rapidità di carriera e per il placement offerto dai suoi master: la percentuale di collocamento in azienda tramite stage è infatti del 100% entro un mese e mezzo dal termine delle lezioni. Il 97% degli studenti (dati Career Office) viene assunto prima della conclusione del percorso di studi, trovando impiego negli ambiti più diversi: dalla Finanza alla Consulenza, dal settore industriale al terziario. 

A testimonianza della forte interrelazione della scuola con il tessuto imprenditoriale sono chiamati ogni anno ad essere Padrini e Madrine dei Master personalità di rilievo nel contesto economico e politico, secondo quella che è da sempre la tradizione delle più prestigiose Università. Quest’anno per l’Italia saranno presenti: 

Maurizio Cheli, Astronauta ed Imprenditore, Padrino del BIM

Clarence Nahan, Vice President in Mediobanca, Padrino del MIM

Enrica Satta, Vice President Corporate & Strategy di Elica, Madrina del MBA 

Enrico Contini, Chief Human Resources Officer di Lavazza, Padrino dell’IFBM

«Un percorso formativo presso l’ESCP Europe è un'incredibile opportunità, non solo per il contenuto e la qualità dei programmi accademici, ma soprattutto per l'esperienza unica a livello umano. Tramite il programma MIM, gli studenti hanno la possibilità di intraprendere un'avventura di tre anni facendo parte di un gruppo molto coeso di persone che pur provenendo da contesti molto diversi, hanno un approccio alla vita simile», spiega Clarence Nahan, Vice Presidente nella divisione Investment Banking di Mediobanca –. L’arricchimento personale che ne deriva non ha eguali e non si ferma alla laurea, ma continua nel corso della vita lavorativa. Il successo dell’ESCP Europe è il risultato di un lavoro di squadra molto intenso da parte di generazioni di ex-studenti: gli alumni della scuola, una comunità globale di 50.000 professionisti, pronti a sostenersi a vicenda. Quest'anno sono quindi molto fiero di essere mentore dei giovani talenti che entrano a far parte del nostro network».

«Dopo più di vent’anni di lavoro nel mondo delle aziende, sono convinta che occuparsi della crescita delle nuove generazioni di leader sia una parte importante del nostro lavoro come manager – aggiunge Enrica Satta, Vice President Corporate & Strategy di Elica –. Per me è davvero un onore presenziare all’apertura dell’anno accademico di ESCP Europe e mi piacerebbe, nel ruolo di Madrina, riuscire a trasmettere ai nostri studenti quella energia e passione che, insieme alla spinta a mantenere sempre competenze eccellenti e all’umiltà di mettersi sempre in discussione, permetterà loro di costruire con soddisfazione la propria carriera manageriale».

«La ricerca e lo sviluppo dei talenti è da sempre una delle sfide che impegnano le aziende e dovrebbe davvero diventare un’ossessione continua», conclude il Padrino del Master in International Food & Beverage Management Enrico Contini, Chief Human Resources Officer di Lavazza, azienda che collabora da anni con l’ESCP Europe. «In un mercato sempre più globale, dove la dimensione internazionale è necessaria per assicurare la crescita, la competizione per attrarre le migliori risorse è diventata ancora più forte e gli strumenti tradizionali non sono più sufficienti. Il Master è un’esperienza imperdibile di confronto, durante la quale persone di talento possono sviluppare ulteriormente le proprie conoscenze e capacità in modo non solo teorico ma vivendo anche in concreto la realtà delle aziende e delle organizzazioni che osserveranno, studieranno e con cui verranno in contatto e collaboreranno».

L’inizio dell’Anno Accademico coincide con l’evento sportivo “Golf Trophy” che domenica 24 settembre, presso il Golf Club I Ciliegi a Pecetto Torinese, coinvolgerà giovani manager ed esponenti del mondo universitario, istituzionale ed imprenditoriale. 

<- retour vers News