Share this page
| More

Friday 18 December 2015

Torino e Parigi unite dall'arte

Una conferma per Torino che ancora una volta offre ai suoi cittadini, ad appassionati e turisti un evento culturale imperdibile.

Organizzata dal Centre Pompidou di Parigi, 24 Ore Cultura e Arthemisia Group, la mostra è promossa dal Comune di Torino, dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte e dal Polo Reale di Torino.

"Il rapporto di collaborazione e di scambio con il Centre Pompidou, come è avvenuto in altre occasioni con importanti istituzioni culturali - hanno sottolineato il sindaco Piero Fassino e l'assessore comunale alla Cultura Maurizio Braccialarghe - rappresenta per la nostra città un valore aggiunto, in quanto consente di garantire a Torino un ruolo centrale entro una rete nazionale e internazionale di grandi eventi legati all'arte".

La mostra “Henry Matisse e il suo tempo” è stata inaugurata il 12 dicembre e rimarrà esposta fino al 15 maggio a Palazzo Chiablese. I capolavori sono 97 divisi tra: 50 opere di Matisse e 47 di artisti a lui contemporanei quali Picasso, Renoir, Bonnard, Modigliani, Miró, Derain, Braque, Marquet, Léger. L’obiettivo della mostra, curata da Cécile Debray del Centre Pompidou, è mostrare le opere di Matisse attraverso il contesto delle sue amicizie e degli scambi artistici con altri pittori.

Matisse, capogruppo dei fauves, discepolo di Signac, Renoir e Bonnard, ma anche rivale di Picasso, critico verso il cubismo, e precursore dell'espressionismo astratto newyorchese, sono solo alcune delle varie anime di uno degli artisti che più hanno segnato l'arte del Novecento.La mostra è un vero e proprio viaggio alla scoperta del grande precursore delle avanguardie storiche e degli artisti che hanno animato l’arte della Ville Lumiére.

Continui confronti che permettono al visitatore di cogliere lo “spirito del tempo” attraverso sottili influenze reciproche e fonti comuni d’ispirazione artistica, portando ad una maggiore conoscenza del Modernismo degli anni Quaranta e Cinquanta, un periodo artistico per alcuni aspetti ancora a molti estraneo.

Il percorso espositivo pone inoltre in rilievo alcuni approfondimenti tematici dell’opera di Matisse e dei suoi contemporanei: Odalisca con pantaloni rossi (del 1921) mette in risalto l’interesse matissiano nei confronti delle figure delle note danzatrici orientali; numerose sono le interpretazioni dell’atelier, soggetto ricorrente nell’opera di Matisse e poi ripreso in ottica cubista da Braque e Picasso dopo il secondo conflitto mondiale; il percorso biografico dell’artista è scandito dal suo esordio con il simbolista Gustave Moreau (negli ultimi anni dell’Ottocento) alla prima esposizione pubblica del gruppo Fauves al Salon d’Automne del 1905, passando per le ultime carte dipinte e ritagliate e la scomparsa negli anni Sessanta.

"Matisse e il suo tempo" Palazzo Chiablese, Piazzetta Reale, Torino Apertura al pubblico: 12 dicembre 2015 – 15 maggio 2016 Informazioni e prenotazioni 011 0240113.

Management team
ESCP Europe Torino campus

 

 

<- Back to: News