Share this page
| More

Thursday 30 August 2012

Inaugurazione nuovo Anno Accademico

La vita da manager parte da Torino e si sviluppa in Europa

ESCP Europe inaugura il nono anno accademico del MiM - Master in Management e del MEB - Master in European Business. Padrini d’eccezione i leader delle aziende E.ON e FGA Capital.

Il Ruolo dirigenziale parte dall’Italia.

Torino, 30 Agosto 2012. La ESCP Europe, business school presente in Europa con cinque campus a Parigi, Londra, Berlino, Madrid e Torino, unica sede italiana, inaugura domani 31 agosto il nono ciclo dei Master pre-esperienza lavorativa in Italia.

Durante la giornata, il Presidente del campus italiano Prof. Daniele Ciravegna, il Direttore Generale Prof. Roberto Quaglia e il Direttore degli Studi Prof. Francesco Rattalino daranno il benvenuto ai nuovi studenti con la presentazione dei corsi e dei docenti dei due programmi: il MiM - Master in Management e il MEB - Master in European Business.

Il campus di Torino della ESCP Europe ha instaurato una forte presenza in Italia, raggiungendo un peso importante nella rete dei 5 campus europei. Il numero degli studenti continua ad aumentare e l’inaugurazione del nono anno accademico conferma il trend di crescita continua degli ultimi tre anni. Dopo una rigida selezione, da oltre 250 applicanti, sono stati ammessi a frequentare il MiM 82 studenti (+28 % rispetto al 2011). Per il MEB, invece, la sede di Torino ha toccato circa 250 richieste, le domande di ammissione accettate sono cresciute del +35% rispetto lo scorso anno e gli studenti alla fine iscritti sono stati 51 (+34% rispetto allo scorso anno accademico), con una percentuale di selezione del 21%.

Con le sue cinque sedi europee la ESCP Europe è oggi l’unica Business School presente in Italia ad offrire una così vasta possibilità di scelta internazionale. Tutti i programmi economico-manageriali sono infatti strutturati in modo da prevedere la permanenza dei frequentanti – provenienti da ogni parte del mondo – in almeno due delle sedi europee della scuola, studiando in inglese oppure nelle rispettive lingue locali, potendosi immergere completamente nella cultura del luogo e svolgere uno stage aziendale al termine di ogni anno del programma. ESCP Europe si distingue per la rapidità di carriera e per il placement dei suoi programmi: al termine di ogni anno di Master la percentuale di collocamento in azienda tramite stage è del 100%.

Attrarre i migliori talenti a Torino è una delle prerogative e priorità del campus italiano di ESCP Europe – afferma il Prof. Roberto Quaglia, Direttore Generale della ESCP Europe Torino Campus. Qui è dove inizia il loro percorso di studi e dove li prepariamo alle sfide professionali. ESCP Europe dedica molti sforzi all’internazionalizzazione, intesa come erogazione di Master e percorsi di laurea Specialistica internazionale, che porti i propri studenti a oltrepassare i confini nazionali, per soddisfare in futuro le esigenze delle aziende dove trovano definitiva collocazione lavorativa. Il mercato del lavoro necessita di risorse pronte e capaci, da poter inserire immediatamente in organico, per creare valore. In questa Business School si apprendono le reali competenze manageriali e si impara a gestire e misurare l’elevata competitività a livello di performance”.

A testimonianza della forte interrelazione con il tessuto aziendale ed industriale, sono chiamati ogni anno ad essere Padrini dei Master, personalità di rilievo nel contesto economico e politico, secondo quella che è da sempre la tradizione delle Grandes Ecoles.

Quest’anno per l’Italia sono: Oddone Incisa, Chief Executive Officer and General Manager di FGA Capital S.p.A. per il Master in Management MiM e Miguel Antoñanzas, Presidente e Amministratore Delegato di Italia e Spagna di E.ON per il Master in European Business MEB.

Ho vissuto l’esperienza del MiM in prima persona partendo da Parigi 19 anni fa – afferma Oddone Incisa, CEO and General Manager di FGA Capital S.p.A.all’epoca non esisteva il campus italiano ma un’intelligente intuizione dell’allora preside della facoltà di Economia, Daniele Ciravegna, oggi presidente del campus ESCP Europe di Torino aveva appena creato le basi di quella collaborazione tra l’Università di Torino e quella che allora si chiamava EAP che ha portato la scuola francese ad aprire la sua quarta sede europea proprio a Torino. Tre anni in tre diversi Paesi, nelle maggiori città europee (nel mio caso furono Parigi, Oxford e Berlino) in tre lingue e con tre diverse impostazioni accademiche, costituiscono il più completo percorso manageriale che io conosca a livello europeo. Mi hanno permesso di intraprendere un percorso di carriera internazionale. In quindici anni di lavoro, da quando mi sono laureato, ho vissuto e lavorato in Germania, Brasile, Stati Uniti sempre all’interno delle società finanziarie di Fiat e oggi sono alla guida di un gruppo con duemila dipendenti in 14 paesi europei e con due soci paritetici, uno francese, il Gruppo Credit Agricole, e uno italiano, Fiat. Senza la capacità di adattamento e di comprensioni di diverse culture che solo l’ESCP Europe può darti non avrei certo potuto crescere personalmente e professionalmente in un contesto internazionale in relativamente pochi anni”.

Sono onorato di essere stato invitato in qualità di padrino al Master in European Business – ha dichiarato Miguel Antoñanzas, Presidente e Amministratore Delegato di E.ON in Italia e in Spagna – si tratta di un indirizzo ottimale per affrontare le sfide che attendono i giovani nel mondo del lavoro. Occorre avere sempre una visione globale e sistemica del contesto generale in cui l’azienda opera per agire con spirito imprenditoriale anticipando, per quanto possibile, i trend futuri per dare all’azienda un vantaggio competitivo. Per questo non si può prescindere da una prospettiva che vada ‘oltre i confini’ non solo geografici in senso stretto ma soprattutto culturali, funzionali e organizzativi. Dato che il contesto generale in cui ci muoviamo è tutt’altro che statico, diventa sempre più fondamentale la capacità non solo di adattarsi ai cambiamenti ma di saperli anticipare, promuovere e guidare. E, proprio perché siamo un’azienda tedesca, ottimizzare processi e strutture”.

Attualmente, il MiM si classifica al 1° posto per il criterio “International Experience” nello speciale rapporto annuale redatto ogni settembre da Financial Times che valuta i migliori Master in Management al mondo; il MEB è l’unico master italiano accreditato dall’AMBA (la più prestigiosa associazione di accreditamento per MBA esistente in ambito internazionale) come programma pre-esperienza lavorativa.

<- Back to: News